Via Armellini, 18 (asta di Ponente del Porto Canale)

Il Museo della Marineria - sezione a terra - è aperto  tutto l'anno nei seguenti orari:

- Periodo estivo da giugno a metà settembre: tutti i giorni 10-12 e 17-23
- Periodo invernale: sabato, domenica e festivi 10-12 e 15-19

 
Nella prima sezione, dedicata a 'struttura e cos">

VISITA IL MUSEO DELLA MARINERIA!

VISITA IL MUSEO DELLA MARINERIA!

 

Via Armellini, 18 (asta di Ponente del Porto Canale)

Il Museo della Marineria - sezione a terra - è aperto  tutto l'anno nei seguenti orari:

- Periodo estivo da giugno a metà settembre: tutti i giorni 10-12 e 17-23
- Periodo invernale: sabato, domenica e festivi 10-12 e 15-19

 
Nella prima sezione, dedicata a 'struttura e costruzione', si possono toccare con mano i pochi e semplici materiali, e le tecnologie elementari ma efficaci, con le quali l'uomo ha navigato per millenni. Tra i pezzi esposti, una ruota da cordaio con la ricostruzione del suo funzionamento; una bottega ottocentesca di carpenteria navale acquisita in blocco e riallestita dentro al museo; un argano usato un tempo per tirare in secco le paranze.

Nella sezione dedicata a 'propulsione e governo' il visitatore può comprendere la natura dinamica della navigazione, espressa dal celebre detto marinaro 'barca ferma non governa'. Sono qui esposte, in primo luogo, una campionatura di ancore antiche e moderne, tra cui alcuni importanti relitti risalenti al XVII secolo; seguono alcune installazioni didattiche - tra le quali una riproduzione di lancia attrezzata con vela 'al terzo' - dove si può misurare la propria abilita' con manovre, nodi e paranchi. Ampia parte e' dedicata ad illustrare l'evoluzione dell'attrezzatura velica, mentre un esemplare di 'mototopo' e una serie di motori introducono il visitatore al passaggio dalle tipologie di barche tradizionali agli scafi a motore.

Al piano superiore si possono vedere le imbarcazioni dall'alto e, con l'aiuto di due 'terrazze' sporgenti, osservare da vicino i dettagli delle vele e delle alberature. Il percorso espositivo prosegue attraverso altri reperti che esemplificano la vita a bordo, la pesca e la sua commercializzazione, la navigazione, i simboli magico-religiosi presenti nelle barche tradizionali (primi fra tutti gli 'occhi' che ne adornavano la prua), i pericoli dell'andare per mare, testimoniati anche da alcuni relitti. Una caratteristica innovativa del museo e' l'ampio utilizzo di video all'interno del percorso espositivo: sono rari filmati d'epoca, recuperati in gran parte presso l'Istituto Luce, ma anche animazioni in 3D per spiegare le manovre a bordo e videodidascalie per illustrare i reperti.


 

Torna Indietro